Risvoltini si o risvoltini no?

sneakers-bianche-outfit

La questione dei risvoltini è un discorso serio che merita un articolo a riguardo. Nel tempo ha assunto la stessa importanza di una qualsiasi notizia di cronaca e mi sembra strano che la D’Urso non abbia fatto una trasmissione a riguardo. La domanda è sola una: Risvoltini, si o no?

La cosa fondamentale da domandarsi, se proprio si vuole cedere a questa tendenza, è se hai il fisico adatto, mi spiego meglio. Se le tue gambe sono tozze e la tua caviglia ha la circonferenza del Colosseo, allora la risposta è no. Bisogna capire, quando si tratta di moda, che non tutti possono permettersi tutto e che non è detto che bisogna seguire qualsiasi tendenza. Esiste una linea sottile tra essere alla moda e sembrare ridicoli e, a mio parere, molti oltrepassano questa linea.

Read More

PERSONE SPECCHIO

tumblr_m5q447YwCL1roj2gxo1_500

Durante la vita capita di incontrare persone molto simili a te, io le chiamo le persone specchio. Sono quel tipo di persona da cui tu sai sempre cosa aspettarti, perché è esattamente quello che avresti fatto tu al loro posto. Magari le conosci da poco, o magari da una vita, ma sai esattamente ogni minimo gesto a cosa sia dovuto, immagini esattamente cosa può provare in un determinato istante. Con queste persone puoi restare a parlare ore della crisi siriana fino ad arrivare alla cosa più futile, seduto su un marciapiede sporco o in un ristorante, non cambia nulla.

Read More

ODIO LE FAVOLE

tumblr_np20ga8LFm1rarw77o1_500

Ci sono giorni in cui la sua mancanza si fa sentire di più. Ci sono giorni in cui mi sembra di sentire la sua voce. Ci sono giorni in cui sento il profumo della sua pelle. E’ un qualcosa di così reale, quasi palpabile. Può essere una mancanza palpabile? Non succede quasi mai quando sono malinconico, la sua mancanza si fa sentire quando sono felice, quando sono felice mi manca di più. Mi ritrovo a fantasticare, a pensare come sarebbe stato fare la spesa, girare il mondo, vivere sotto lo stesso tetto, litigare.

E’ una costante, qualcosa di irrazionale, quasi di ossessivo. Delle volte, quando durante la giornata non mi passa per la mente, ormai quasi mi sento in colpa, come se non avessi fatto qualcosa. Proprio in quel momento mi domando se è amore, oppure un qualcosa di incompiuto. Tipo quando inizio a leggere un libro, poi lo lascio lì sul tavolino, a volte ci passo, lo guardo e mi sento in colpa. Ho desiderato così tanto comprarlo e poi non sono riuscito a finirlo, non c’è stato un finale.

E’ stato così anche tra di noi, un finale non c’è e più passano i giorni più cerco di autoconvincere me stesso che non ci sarà. Che poi è un qualcosa di così contorto, perché sono sicuro che se la riuscissi a riavere, non la vorrei più. E’ lo sfizio, il finale, quello manca. Però forse è proprio questo il bello, non aver avuto un finale, stare sempre con il pensiero fisso di come sarebbe potuta andare se. Però delle volte vorrei scriverle, per togliermi un peso “Ehi, secondo te come sarebbe andata?”, e se nel caso mi rispondesse sono sicuro che non leggerei, perché..

“Odio le favole
e il gran finale perché
quello che conta è
qualcosa per cui una fine non c’è”

Fonte foto: http://modernhepburn.tumblr.com/post/131267125811

San Valentino? Ma anche no.

1024px-Rainbow_flag_and_blue_skies

Oggi vorrei parlare di amore. Lo so a cosa state pensando, questo parla di amore il giorno di San Valentino, avanguardia pura. Ma San Valentino cosa, che in Italia non tutti possono amarsi come vogliono.

Siamo nel 2016 e in Italia se passeggi mano nella mano con il tuo compagno vieni etichettato come “frocio/lesbica”. Ma diciamo che questo è un qualcosa di “superabile”, nel senso, anche Mancini viene chiamato frocio, si incazza, ma poi passa.

Read More

NON APRITE QUESTO BLOG!

apple-desk-laptop-macbook-pro-large

Da anni mi gira in testa l’idea di aprire un blog, forse perché vorrei ritagliare un piccolo spazio, qualcosa di solo mio. Sono sempre stato frenato, perché non ho il tempo, perché mi potrei scocciare e poi anche per una paura grammaticale, nel senso che se scrivi sul tuo profilo Facebook ti puoi permettere di sbagliare, se scrivi su un blog, no. Però poi mi sono detto, ma si Giovanni, buttati, rischia per una volta. Read More