NEVER HAD A FRIEND LIKE ME

bad8bc2d5e4fa63f9c72cc7bf0d22b59.jpg

Penso che essere all’altezza del mio concetto di amicizia è un’impresa ardua, perché mi aspetto troppo dai comuni mortali. Penso, allo stesso tempo, di essere un buon compagno di avventura.. Sì, pecco di presunzione. Ci metto il cuore, in qualsiasi cosa io faccia e se voglio bene ad una persona la metto in un piedistallo così alto da dove, chi scivola, si rompe in mille pezzi.

Sono capace di donare il cuore, anche se non sono ricambiato, perché io sono puro, non ho maschere, cerco di essere sempre me stesso, ma nonostante ciò, le persone da me scappano. Può durare un mese, due mesi, un anno.. ma poi scappano. Non riesco a spiegare questa cosa, per questo penso che forse il mio concetto di amicizia è tanto, troppo alto. Ritornano eh, perché hanno bisogno, eccome se ritornano, indossano la maschera e ti chiedono quella traduzione di inglese che serve per la verifica, oppure perché la loro dolce metà è scappata, o perché la vita mette a dura prova e io sono un porto sicuro, sempre.

Io non manco mai quando si è in mezzo alla folla, io manco quando realizzate che volete dirmi qualcosa e non mi trovate al vostro fianco. Mi sono stancato di essere il porto sicuro di tutte queste barchette che quando iniziano ad affondare vengono ad attraccare. Sono stanco di essere sempre l’alternativa e mai la prima scelta. Non lo merito, non io. Quindi, io lo voglio gridare che “Never had a friend like me”, ma non sono nemmeno io a dirlo, sono i fatti che parlano, urlano.

EUTANASIA E TESTAMENTO BIOLOGICO

SfondoBianco.png

Usare il termine testamento biologico è errato, in quando la definizione più appropriata sarebbe “Dichiarazione Anticipata di Trattamento”, cioè la volontà da parte di un soggetto di decidere, in condizione di lucidità mentale, in merito alle terapie che intende o non intende accettare nell’eventualità in cui dovesse trovarsi nella condizione di incapacità di esprimere il proprio diritto di acconsentire o non acconsentire alle cure proposte per malattie che costringano a trattamenti permanenti con macchine o sistemi artificiali che impediscano una normale vita di relazione. Read More